Clicca qui per aprire e chiudere il menu

D. Che cosa bisogna fare subito quando avviene un decesso in casa?
R. Per prima cosa è necessario avvertire le autorità sanitarie, che sono quelle preposte a certificare la morte. Se il decesso avviene di giorno feriale bisogna avvertire il proprio medico curante. Di notte e nei giorni festivi bisogna chiamare il 118 o la guardia medica.
Se il decesso avviene nell'Ospedale di Faenza la salma del defunto viene trasferita entro 2 ore all'obitorio interno, da dove poi muoverà il funerale nel giorno e all'ora stabilite.
Se il decesso avviene in una struttura ospedaliera privata la salma può essere trasferita all'Obitorio dell'Ospedale o, nel caso della Clinica Stacchini: dalla Casa di Cura San Pier Damiano le salme vengono trasferite all'Ospedale Civile, mentre la Casa di Cura Stacchini è munita di una propria camera mortuaria che ospiterà la salma fino alla partenza del funerale.
Se il decesso avviene in una delle RSA o strutture protette di assistenza agli anziani di Faenza, la salma viene sempre trasferita all'obitorio dell'Ospedale Civile.

D. E se il decesso avviene in un'altra città? Se il decesso avviene in un'ospedale di un'altra città, le situazioni si presentano diverse da luogo a luogo. È importante comunque sapere che l'Agenzia Zama può intervenire ovunque con la medesima efficienza, anche all'estero.

D. Cosa bisogna fare se il decesso avviene per cause violente e in un luogo pubblico?
Se il decesso è avvenuto per causa violenta o in un luogo pubblico, occorre avvertire l'Autorità Giudiziaria che farà tutti gli accertamenti del caso e si occuperà del trasferimento della salma al deposito di osservazione. Il funerale potrà essere svolto soltanto dopo che l'autorità giudiziaria avrà rilasciato il nulla osta al seppellimento.

D. E se il decesso è avvenuto in casa?
Se il decesso avviene per cause naturali in una abitazione privata bisogna chiamare il proprio medico curante o la guardia medica che rilasceranno la Constatazione di Decesso. II medico curante dovrà anche compilare l'apposita scheda ISTAT. È necessaria comunque la visita di un medico dell'AUSL, che deve avvenire minimo 15 ore dopo ed entro 30 ore dal decesso per rilasciare il Certificato necroscopico.

D. Si può allestire la camera ardente in casa?
È una libera scelta dei familiari decidere se allestire la camera ardente nello stessa abitazione, da dove quindi muoverà il funerale, oppure richiedere il trasferimento della salma all'obitorio dell'ospedale civile per il prescritto periodo di osservazione.

D. Sono molte le pratiche burocratiche da svolgere in caso di decesso?
Con i certificati medici indicati ed i dati anagraflci del defunto bisogna recarsi all'ufficio anagrafe del comune dove è avvenuto il decesso e richiedere il permesso alla sepoltura ed il certificato di morte che serve a chiudere tutte le pratiche burocratiche del defunto. Visto che è un documento che potrà servire in diverse occasioni (assicurazione, pensione, depositi bancari, ecc.) si consiglia di farselo rilasciare in più copie. Occorre poi recarsi agli uffici AUSL per l'autorizzazione al trasporto funebre e agli uffici di polizia mortuaria per l'ordine di tumulazione al cimitero. Agli uffici cimiteriali sarà precedentemente consegnata la domanda per la forma di sepoltura scelta ed eventuali richieste di concessione cimiteriale.
Rivolgendovi alle Onoranze Funebri Zama potete richiedere che siano loro a svolgere tutte le pratiche necessarie.

 

 

 

 

 

 

Onoranze Funebri Zama
Viale Marconi, 89 - 48018 Faenza (RA)
Tel. 0546 21624 - Fax 0546 688658





Cimitero dell'Osservanza - Faenza

L'Agenzia | Dove siamo | Disbrigo pratiche | Servizi alle imprese | Domande e risposte | Il funerale | La sepoltura | La cremazione
Arredo lapidi | Manifesti | Addobbi floreali | Ricordini online | Notizie utili | Il cimitero di Faenza | Il cimiteri del forese
| Il regolamento di P.M. | Informazioni sul sito | Cerca nel sito | Email